Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Domenica 24 Febbraio 2019 - stagione 2018/19


Itas Alperia Bolzano - Acciaierie Val Bruna Bolzano 59 - 56
(16-10, 33-28, 48-35)

Derby di ritorno per le due compagini bolzanine e l’Itas Alperia pur senza acuti particolari, in un PalaMazzali sold-out, mette la firma anche sulla seconda stracittadina.

La partita inizia con tanti errori al tiro da entrambe le parti ed è Zanetti, dopo 3 minuti di gioco, a bucare per prima la retina, dando alle sue l’unico vantaggio, seguita dopo pochi secondi da Mancabelli. Nello scorrere della partita l’Itas Alperia riesce a piazzare alcuni allunghi e si porta avanti prima di 10 e poi di 13, senza però mai chiudere veramente e lasciando rientrare le avversarie, anche se in verità non hanno mai dato l’idea di mettere in pericolo le sorti di capitan Ress e compagne.

Inizio gara con l’assenza non preventivata della straniera, miglior giocatrice delle Acciaierie, Mossong, che per un probabile virus intestinale ha dovuto dare forfait pochi minuti dall’inizio gara.
Sostituita più che degnamente nelle vesti di top scorer da Alessia Egwho, con il suo miglior bottino stagionale (22 punti), che insieme a Lucrezia Zanetti (16 punti) sono rimaste in campo per tutti i 40 minuti facendo la partita per loro squadra.

Inizio a rilento per entrambe le compagini, fino a 2 minuti dalla conclusione del primo parziale si gioca sul filo della parità a basso punteggio, poi il primo guizzo delle padrone di casa per chiudere sul +6 (16-10). Secondo giro e arrivano i primi due strappi del BCB che però non pigia sull’acceleratore e si fa riprendere per poi andare negli spogliatoi con il vantaggio dimezzato a +5 (33-28). E’ nel terzo quarto che finalmente capitan Ress & Co. decidono di cambiare marcia cementano un tranquillo +13 e lasciando anche le uniche due bocche da fuoco avversarie un po’ all’asciutto, chiudendo così sul 48 a 35.

Probabilmente il rilassamento da una parte e la fame di vittoria dall'altra, dettato anche dall’assoluto bisogno di smuovere la classifica, fanno sì che le ospiti le provino tutte per rientrare in gara mentre le padrone di casa più in surplace non cerchino più l'ennesimo l’allungo accontentandosi forse dei 2 punti in palio senza strafare.

Alla fine per le bianche sono 3 le giocatrici in doppia cifra con Safy Fall (13 valutazione Lega) e Ilaria Ruocco appaiate a 13 punti seguite da Julita Bungaite con 11 punti (11 valutazione Lega). La miglior valutazione Lega della partita è però per Kathrin Ress (17).
Per le avversarie complimenti ad Egwho e Zanetti che invece di lasciarsi abbattere dall’improvvisa assenza di Mossong hanno fatto anche l’impossibile per non far rimpiangere la mancanza della compagna, prendendosi tutta la squadra sulle loro spalle.

Coach Sacchi: “Partita come ci aspettavamo con l’unico rammarico che una volta nel primo quarto +11 e poi nel terzo +13, quando bastava veramente poco, non siamo riusciti a chiuderla. Colpa nostra sicuramente, ma da tener conto anche che loro soprattutto nei momenti in cui erano sotto, hanno messo a segno canestri un po’ trovati un po’ fortunati anche da 8 metri.

L’abbiamo già dimostrato altre volte di essere una squadra che ha ancora difficoltà ad ammazzare le partite, abbiamo però la capacità di giocarcela con tutte le squadre e in un campionato così è fondamentale. Bisogna però essere brave nei momenti cruciali e se non si riesce a chiudere non si devono almeno ripetere nel finale di partita quelle sciocchezze che abbiamo fatto anche ieri, pur avendo sempre il risultato in mano senza rischiare di andare sotto. Se si vuole crescere bisogna passare anche da questo. Ci teniamo i due punti che fanno classifica ma anche morale, alla fine soprattutto in partite come queste contava vincere, anche visti gli altri risultati che dimostrano ancora di più che questo campionato è veramente competitivo.

Da loro ieri mancava Mossong, ma come è capitato più volte anche a noi giocando senza 4 o 5 giocatrici conta chi gioca e chi entra in campo può dimostrare che magari merita lei. Questa volta è stata Egwho, è anche vero che con la lussemburghese in campo Zanetti e Egwho non si sarebbero prese 45 tiri.

Da martedì iniziamo a pensare a Milano ennesima squadra capace di tutto, che è andata a vincere a Castelnuovo. Ieri poi Varese, ultima squadra in solitaria, ha battuto e dominato Crema che la classifica la comandava.”

ITAS ALPERIA BOLZANO: Servillo* 5 (1/4, 1/3), Mancabelli* 8 (4/6, 0/3), Larcher, Cela 3 (0/1, 1/4), Fall* 13 (2/4, 1/5), Ruocco 13 (2/4, 3/7), Desaler, Bungaite* 10 (2/6 da 2), Villarini NE, Ress* 7 (1/5 da 2), Roubal NE, Bernardoni NE
Allenatore: Sacchi R.
Tiri da 2: 12/30 - Tiri da 3: 6/22 - Tiri Liberi: 17/22 - Rimbalzi: 39 9+30 (Ress 12) - Assist: 11 (Ress 3) - Palle Recuperate: 3 (Servillo 1) - Palle Perse: 16 (Ress 4)
 

Acciaierie Valbruna Bz: Luppi 3 (1/1 da 3), Mossong NE, Gottardi 7 (2/6, 0/1), Rossi* 5 (1/4, 1/2), Mingardo* 2 (1/4, 0/1), Moretti NE, Zanetti* 16 (7/20 da 2), Consorti* 1 (0/1, 0/1), Hafner, Egwho* 22 (11/21, 0/1), Rossetto
Allenatore: Pezzi A.
Tiri da 2: 22/58 - Tiri da 3: 2/7 - Tiri Liberi: 6/8 - Rimbalzi: 33 9+24 (Egwho 9) - Assist: 6 (Zanetti 2) - Palle Recuperate: 4 (Consorti 3) - Palle Perse: 12 (Egwho 5) - Cinque Falli: Gottardi
 

Arbitri: Gallo S., De Rico M.