Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Domenica 14 Aprile 2019 - stagione 2018/19

Itas Alperia Bolzano - B&P Autoricambi Costa Masnaga 61 - 64
(15-24, 33-43, 41-53, 61-64)
 

Una partita già scritta dai più che ha riservato inaspettate emozioni e sorprese fino agli ultimi secondi, con il tiro da 3 infranto sul ferro che avrebbe potuto portare ai supplementari.

Dopo la più che opaca prestazione delle ragazze di coach Sacchi in quel di Marghera dove non sono mai riuscite ad entrare in partita, ieri sera hanno sfoderato una prestazione che ha rischiato di far fare il colpaccio proprio a discapito della capolista.

Partenza in salita per le bolzanine che troppo molli in difesa concedono alle ospiti a metà del primo periodo un parziale di 10 a 2, per poi chiudere sul 15-24 che le mantiene comunque in partita. Nel secondo quarto le padrone di casa si riportano sotto fino ad arrivare a -3 e Costa ancora una volta le punisce con il +10 siglato proprio sullo scadere da Liga Vente. Divario mantenuto con un solo punto rosicchiato e la preoccupazione che inizia ad aumentare considerando la differenza nel numero di giocatrici arruolabili sulle 2 panchine.

Infatti a metà del terzo quarto le lombarde sono già a +17, differenza che si accorcia solo parzialmente chiudendo a -12 (41 a 53).

Ora la benzina scarseggia veramente e il Costa Masnaga quando mancano solo 6 minuti e 20 alla fine, arriva a +19 differenza più che sufficiente per chiudere la partita anzi tempo.

Invece no, al PalaMazzali si vende sempre cara la pelle e con un finale tutto targato Itas Alperia con un 16 a 0 si arriva a un solo possesso di differenza, poi la bomba di Elisa Mancabelli per agguantare l’over time si spegne sul ferro.

 

Felici per la reazione d’orgoglio, ma questi 2 benedetti punti ancora non arrivano, ora tutte le giocatrici devono dare più del loro massimo. Dopo le varie defezioni stagionali, il quintetto ha cambiato vesti e chi ha assunto un nuovo ruolo non può veramente più permettersi serate no, in questa ultima parte di una stagione senza fine. Mancano tre partite ed è indispensabile farsi trovare sempre al massimo, iniziando dagli allenamenti.

Se però qualche giovane risorsa è mancata sono giunte le buone risposte da parte di Alexia Desaler che uscendo dalla panchina si è guadagnata 23 minuti di gioco con 7 punti e la giovanissima Letizia Roubal con  4 punti e oltre 8 minuti.
Daniela Servillo si è imposta con la miglior valutazione Lega tra le sue, mettendo a segno 12 punti al pari di Julita Bungaite e Sofy Fall, nonostante il suo utilizzo sia stato forzatamente ridotto rispetto al consueto.

Sul lato lombardo un’ottima Baldelli ha bombardato il canestro da 3 punti (4 su 7) per un 14 totale, stesso punteggio di Liga Vente in doppia doppia con anche 11 rimbalzi e miglior valutazione Lega (22).

Due punti che non erano dei più prevedibili, ma che quando li hai quasi agguantati brucia ancora di più non averli ottenuti.
Si prosegue quindi con la caccia al 26, quasi si dovesse giocarlo al lotto.

 

Coach Sacchi: “Come al solito partite lente e molli in difesa subendo la loro fisicità oltre alla loro qualità e così siamo andate sotto di 12, riuscendo però per due volte a rientrare fino a -3.
Poi negli ultimi minuti del primo tempo abbiamo commesso qualche errore di troppo e loro ci hanno regolarmente punite.
Nel terzo quarto abbiamo giocato alla pari con le giovani Leti e Anna che in campo si sono date un gran da fare.
Ultimo quarto sotto anche di 19, non abbiamo mai mollato e negli ultimi 5 minuti, con un parziale pazzesco abbiamo tirato da 3 con Manca per i supplementari! Peccato, bastava crederci un po’ di più dall’inizio!
Ci voleva un miracolo e quasi arrivava.”

 

ITAS ALPERIA BOLZANO: Ress NE, Servillo* 12 (3/4, 2/2), Mancabelli* 7 (3/5, 0/3), Cela* 5 (1/4, 0/3), Fall* 12 (3/6, 0/3), Ruocco 2 (1/1, 0/1), Desaler 7 (2/5 da 2), Bungaite* 12 (4/10, 0/1), Villarini NE, Roubal 4 (2/3 da 2), Bernardoni
Allenatore: Sacchi R.
Tiri da 2: 19/38 - Tiri da 3: 2/13 - Tiri Liberi: 17/20 - Rimbalzi: 28 7+21 (Bungaite 8) - Assist: 9 (Mancabelli 3) - Palle Recuperate: 12 (Cela 5) - Palle Perse: 14 (Bungaite 3)
 

B&P AUTORICAMBI COSTA MASNAGA: Discacciati 3 (1/5 da 3), Longoni 6 (1/2, 1/3), Frustaci, Rulli* 8 (4/6, 0/2), Balossi* 9 (2/8, 1/3), Baldelli* 14 (1/4, 4/7), Spinelli 4 (2/3, 0/1), Picotti* 4 (2/2, 0/2), Tibè 2 (1/3 da 2), Vente* 14 (7/11 da 2)
Allenatore: Pirola G.
Tiri da 2: 20/39 - Tiri da 3: 7/23 - Tiri Liberi: 3/6 - Rimbalzi: 39 15+24 (Vente 11) - Assist: 14 (Balossi 4) - Palle Recuperate: 9 (Vente 3) - Palle Perse: 22 (Picotti 4)
 

Arbitri: Zaniboni F., Bergami M.

(Ph. di Donatello Vallotta)