Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Domenica 28 Ottobre 2018 - stagione 2018/19

Itas Alperia Bolzano - Parking Graf Crema 49 - 65
(17-19, 27-29, 37-54, 49-65)

 

Una partita difficilissima già sulla carta e il campo lo ha confermato.
Nonostante tutto ancora una volta le ragazze di coach Sacchi hanno dimostrato di poter reggere il campo contro le corazzate, anche se pure in questa occasione lo hanno fatto per soli tre quarti. In una serata non delle migliori per più di una giocatrice di casa, fino all’intervallo lungo si è giocato punto a punto chiudendo entrambi i primi 2 quarti sotto di solo 2 punti (17-19 il primo e 27-29 il secondo) e con il quarto conclusivo chiuso in parità. Il colpo è arrivato nei 10 minuti dopo il rientro dalla pausa lunga, iniziato con i canetri di Alice Nori proseguito con una Paola Caccialanza scatenata che ha piazzato un parziale di 11 a 0 (4 canestri da 3 uno da 2), dove solo la prima bomba di Ilaria Ruocco pare spezzare l’incantesimo, ma è una fiammata in un terzo quarto che si è rivelato quasi un monologo di Crema, chiuso con l’ennesimo centro dalla lunga distanza, a -23 secondi, sempre per mano del micidiale capitano delle lombarde (37-54).

Negli ultimi 10 minuti, giocati alla pari, l’ottimo organico di Crema, che dimostra di conoscersi molto bene, guidato da Nori, Caccialanza e Blazevic amministra quanto di buono fatto fino a quel momento e si stra-guadagna i 2 punti in palio sul parquet del PalaMazzali.

L’Itas Alperia Bolzano si lecca le ferite, dopo aver sicuramente lottato, ma anche tentennato subendo troppo il ritmo avversario, che con le sue accelerazioni brucianti e un ottimo timing al tiro è riuscito ad imporre il proprio gioco.

Gran bella squadra questa Crema. Certamente non era questa la partita che si doveva assolutamente vincere, ma constatare nuovamente che si è in grado di giocare alla pari, nonostante troppe giocatrici non abbiano dato il loro reale contributo, anche per merito dell’ottimo lavoro svolto in difesa dalle avversarie, lascia l’amaro in bocca.

Non basta una super Daniela Servillo che con 19 punti e 24 di valutazione Lega esce dal campo come migliore della partita, occorre fare propria la consapevolezza che in questo campionato non ci si può distrarre nemmeno per un quarto.

 

“Prima cosa volevo fare i complimenti a Crema – esordisce coach Sacchi - perché hanno dimostrato di essere una grande squadra, preparata molto bene e con diverse opzioni in attacco.
Noi, purtroppo, abbiamo giocato solo tre quarti e quando dicevo che contro squadre come queste bisogna giocare concentrate al massimo per 40 minuti, questa ne è la riprova.
Finito il primo tempo sotto di due, riprendendole per ben due volte, il terzo quarto è stato poi quello decisivo.
Merito di una Caccialanza che fa 11 punti di fila ma anche demerito nostro che le abbiamo concesso il primo tiro e da lì poi è una giocatrice che fa canestri pazzeschi. Lo sapevamo ed è questa la cosa che più mi fa arrabbiare!
Potevamo e dovevamo provarci anche contro squadre come queste perché è lì che si costruisce la mentalità.
Facciamo tesoro di tutto questo perché da martedì penseremo alla prossima sfida importante per tanti motivi!”.


ITAS ALPERIA BOLZANO: Servillo* 19 (2/2, 4/6), Mancabelli*, Cela 1 (0/1, 0/2), Fall* 5 (1/7, 1/2), Zambarda 5 (1/4, 1/4), Ruocco 9 (3/5 da 3), Desaler NE, Pobitzer*, Bungaite* 2 (1/5 da 2), Villarini 8 (3/6 da 2), Gualtieri NE, Bernardoni NE
Allenatore: Sacchi R.

Tiri da 2: 8/28 - Tiri da 3: 9/21 - Tiri Liberi: 6/11 - Rimbalzi: 30 7+23 (Villarini 7) - Assist: 10 (Cela 3) - Palle Recuperate: 5 (Servillo 3) - Palle Perse: 19 (Squadra 5)
 

PARKING GRAF CREMA: Melchiori* 3 (1/1, 0/4), Nori* 15 (5/8 da 2), Capoferri* 5 (1/2, 1/1), Iuliano 2 (1/1 da 2), Blazevic* 18 (6/8, 2/3), Caccialanza 14 (1/6, 4/4), Parmesani, Cerri 2 (1/1 da 2), Grassia, Parmesani NE, Rizzi* 6 (1/7, 1/4)
Allenatore: Sguaizer D.
Tiri da 2: 17/35 - Tiri da 3: 8/18 - Tiri Liberi: 7/13 - Rimbalzi: 33 6+27 (Nori 7) - Assist: 7 (Melchiori 2) - Palle Recuperate: 9 (Nori 2) - Palle Perse: 14 (Parmesani 5)
 

Arbitri: Bonetti S., Bianchi L.