Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Venerdì 8 Marzo 2019 - stagione 2018/19

All’andata le lombarde si erano presentate al PalaMazzali ancora a quota zero e comunque in una serata non delle migliori per le altoatesine, avevano fatto sudare le bolzanine più del previsto per aver ragione di un coriaceo Varese (52-48).

Ora le padrone di casa dopo aver cambiato allenatore a metà febbraio, pare abbiano cambiato rotta e inaspettatamente ha battuto nelle ultime due gare, Crema e Moncalieri che si trovavano in prima e terza posizione.

Al contrario le bolzanine arrivano da una vittoria nel derby e una sconfitta a Milano con una diretta avversaria per l’ottavo posto.

Il BCB attualmente è a 20 punti e Varese a soli 8, ma ripetiamo, 4 dei quali ottenuti proprio nelle ultime giornate a ai danni di coloro che gliene danno più di 20 in classifica.

“Sabato affrontiamo Varese – esordisce coach Sacchi - che al momento insieme alla Pallacanestro Bolzano è ultimo in classifica, ma reduce da due importantissime vittorie e chiaramente inattese, prima contro Crema e settimana scorsa fuori casa a Moncalieri.

Una squadra che appariva praticamente retrocessa, ha preso morale e soprattutto ha ripreso a giocare in un certo modo. Guardando il roster, ma questo lo dico dall’inizio, non è assolutamente una squadra da ultimo posto. Ha dimostrato in queste due ultime partite, facendo risultati importanti, che può salvarsi e chiaramente dovrà proseguire a sua striscia vincente. Sabato arriviamo noi che abbiamo comunque grande bisogno dei 2 punti perché la classifica è sempre più corta. Dopo la sconfitta di sabato, maturata nel solito modo, abbiamo ripreso gli allenamenti cercando di migliorare ciò che ci compromette spesso il risultato. Soprattutto a livello mentale siamo tutt’altro che forti, è chiaro che non sarà una trasferta facile, ma questa stagione non ci sono partite facili. Dobbiamo quindi provare in ogni modo a vincerla.

Adesso siamo veramente contate come non mai, con ranghi ridotti per poter lavorare in un certo modo in settimana. Stiamo facendo comunque bene e oramai restano 8 partite, tutte da affrontare come se fossero finali per raggiungere il prima possibile l’obbiettivo della salvezza, innanzitutto, che ci eravamo posti all’inizio, per poi provare a fare quel qualcosa di più. 
Dobbiamo assolutamente eliminare i continui errori che commettiamo ogni santo week end dopodiché ci sono anche le avversarie e Varese al momento è una squadra che ha appena battuto due big del campionato quindi massima attenzione e concentrazione. Loro su tutte hanno la giocatrice più esperta, l’ala dell’87 Alessandra Visconti, seguita poi da Arianna Beretta che sembra rivitalizzata dall’arrivo del nuovo allenatore, oltre ad altre giovani come Laura Rossi ottima guardia tiratrice, Francesca Sorrentino che si sta prendendo tanti spazi, le sorelle Mistò, insomma una squadra che se guardi i nomi ti chiedi come sia possibile che si trovi in ultima posizione. 
Nelle ultime due settimane Varese ha dimostrato di provare a ribaltare questa situazione, con Visconti davanti a tutte per portare la squadra alla salvezza”.