Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Giovedì 29 Novembre 2018 - stagione 2018/19

Ancora in viaggio le ragazze di coach Sacchi che sabato 1 dicembre vanno a far visita al Fassi Albino (BG), squadra storica del panorama cestistico lombardo che già in tante stagioni passate è stata avversaria del BCB.

Stranamente e nonostante un buon organico, Albino quest’anno non è ancora riuscito a smuovere la propria classifica e sta attraversando un momento sicuramente difficile ed inaspettato.

Spesso è arrivata ad un passo dal successo ma poi è sempre mancato quel quid che le permettesse di acciuffare i 2 punti in palio. L’episodio più emblematico è accaduto proprio nell’ultimo incontro quando sopra di 2 a pochi secondi dalla fine si è fatta superare da una bomba tirata da distanza siderale. Per dirla proprio tutta le bergamasche hanno anche giocato una partita in meno, quella della VIII giornata contro Vicenza che si recupererà il 6 dicembre.

Dovendo però correre ai ripari prima che la situazione diventi ancora più preoccupante, Albino si è mossa proprio nelle scorse settimane e dal 20 novembre ha reintegrando in squadra un centro di qualità come Elisa Silva, classe 1988 di 192 cm, che già negli anni passati aveva fatto molto male alle bolzanine (13 e 17 punti negli incontri 2017/18).

La squadra quindi che ci si troverà di fronte sarà ulteriormente rinforzata rispetto alle prime 7 giornate. Per quanto riguarda le altre giocatrici il talento non manca, iniziando dalla guardia Federica Iannucci e la gardesana Ilaria Bonvecchio, che coach Sacchi conosce molto bene in quanto sua ex giocatrice a Broni.

Facciamo quindi presentare proprio da lui questo incontro che arriva in un momento molto delicato per l’Itas Alperia Bolzano che nelle ultime settimane oltre ad aver perso il suo pivot Chiara Villarini, che a breve verrà sottoposta alla ricostruzione del legamento crociato, si trova con grandi problemi di organico.

Cico: “Prima cosa in assoluto è di recuperare qualche giocatrice. Oramai di Chiara si sa e dovremo purtroppo fare a meno di lei almeno fino ad aprile. Ora dobbiamo pensare a chi c’è e a chi può giocare, perché martedì scorso tra infortuni e malanni ci siamo allenate solo in 6.
Affrontiamo Albino che è ancora a zero e che sabato ha perso per una tripla allo scadere e non è la prima volta che perdono di uno. Una squadra che non si aspettava di trovarsi in questa situazione anche perché ha giocatrici di qualità: Federica Iannucci che per anni ha vinto la classifica delle marcatrici e anche quest’anno è lì davanti, Ilaria Bonvecchio che era una mia giocatrice a Broni quando abbiamo vinto il campionato di A2 con lei protagonista ed è quindi una giocatrice di altissimo livello per l’A2. E’ rientrata Elisa Silva, per dare un po’ di rotazioni e qualità in più e  aggiungerei anche la loro straniera, l’inglese Chantelle Pressley.

Sicuramente una squadra da non sottovalutare anche se è chiaro che essendo ancora ferma a quota zero qualche problema lo ha. Una squadra che non ha mai mollato e non ha mai preso batoste, sicuramente vorrà staccare il biglietto dei due punti e noi dovremo raccogliere tutte le energie che abbiamo per provare, come sabato scorso d’altronde, a stare in partita. Ovviamente non per 25 minuti ma per 40, cercando di gestire le energie e arrivare il più possibile fresche alla fine. Sicuramente dobbiamo migliorare in difesa perché non possiamo prendere 70 e passa punti, ma dobbiamo migliorare anche in attacco dove abbiamo avuto difficoltà sia con Varese sia sabato scorso. Ci stiamo lavorando e proviamo a mettere in pratica quanto fatto durante la settimana. Quindi animo, forza e coraggio e cerchiamo di andare a fare la nostra partita come abbiamo già dimostrato in diverse occasioni.”