Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Lunedì 9 Aprile 2018 - A2 Stagione 2017/18


Tec-Mar Crema - Itas Alperia Bolzano 82 - 39
(16-16, 36-27, 57-34, 82-39)

 

Ospiti galvanizzate dalla bella vittoria casalinga, di 7 giorni prima sul Castelnuovo Scrivia e padrone di casa reduci da una pesante sconfitta infrasettimanale con il Vicenza. Nei minuti precedenti all’inizio ci si chiedeva quale emozione avrebbe avuto il sopravvento: la voglia delle prime nel voler dimostrare che l’ultima partita non era stata una casualità oppure la voglia di riscatto delle seconde per una prestazione, in terra veneta, decisamente al di sotto delle aspettative.

Le percentuali sul tiro tutte insufficienti e i 39 punti messi a segno dall’Itas Alperia Bolzano, dei quali 16 nel primo parziale, la dicono lunga e non occorrerebbe nemmeno aggiungere gli 89 realizzati dal Crema, per capire che in campo, ad esclusione del primo quarto, ha giocato una squadra sola.

Non vale nemmeno la scusante di aver incontrato la detentrice della Coppa Italia, perché i 3 quarti visti ieri, non portano ad una spiegazione plausibile. Già nei primi 10 minuti giocati, alla pari 16-16, si erano visti pericolosi segnali con alcune giocatrici non nella miglior giornata, poi dal secondo parziale, dopo un primo break delle lombarde, il BCB si è liquefatto senza più riuscire ad opporre una minima reazione e confermando il sentore iniziale.

Troppe volte in questa stagione si è parlato di andamento da montagne russe, con le giocatrici che si alternano nel produrre buone prestazioni e difficilmente si è visto il collettivo intero ingranare a pieni giri. Quando ciò è avvenuto, come nella penultima uscita, i risultati sono brillantemente arrivati.

Ieri la migliore in campo per Bolzano è stata senza dubbio la ventenne Alexa Pobitzer, che nei suoi 18 minuti di gioco, ha collezionato 11 punti e in assoluto la miglior valutazione di Lega, 16. Per il resto non c’è tanto altro da dire, se non la solita tenacia di Daniela Servillo nel cercare di costruire un gioco che proprio non girava.

Sul fronte Crema Benic, Nori e Cerri le migliori, tutte con valutazioni in doppia cifra, con comunque l’intero collettivo che ha disputato una buona partita.

Per aver lasciato 2 importantissimi punti salvezza sul parquet di Crema non ci dovrebbe essere troppo da recriminare, per averlo fatto giocando in questo modo, purtroppo sì.

Sabato 14 aprile al PalaMazzali di Bolzano arriverà la regina del campionato, il Geas Sesto San Giovanni, che guida la classifica con 46 punti. 

 


TEC-MAR CREMA: Nori* 16 (6/11 da 2), Visigalli 3 (1/1 da 3), Togliani 6 (3/3 da 2), Mandelli 8 (1/2, 2/5), Capoferri 9 (3/5, 0/2), Benic* 16 (1/4, 4/7), Caccialanza* 7 (2/5, 1/5), Parmesani*, Cerri 10 (5/6 da 2), Rizzi* 5 (1/4, 0/2), Moro 2 (1/2 da 2)
Allenatore: Sguaizer D.
Tiri da 2: 23/43 - Tiri da 3: 8/24 - Tiri Liberi: 12/14 - Rimbalzi: 53 20+33 (Parmesani 10) - Assist: 12 (Togliani 3) - Palle Recuperate: 7 (Parmesani 3) - Palle Perse: 12 (Capoferri 5)
ITAS ALPERIA BOLZANO: Ribeiro Da Silva*, Servillo* 8 (0/3, 2/5), Giordano NE, Cela 2 (1/2 da 2), Fall* 6 (1/10, 1/2), Matic* 9 (1/9, 1/2), Desaler, Pobitzer 11 (2/3 da 2), Zangari, Villarini* 2 (1/9 da 2), Ruocco, Valoroso 1 (0/0, 0/0)
Allenatore: Travaglini M.
Tiri da 2: 6/44 - Tiri da 3: 4/10 - Tiri Liberi: 15/21 - Rimbalzi: 29 12+17 (Cela 6) - Assist: 0 (Squadra 0) - Palle Recuperate: 5 (Servillo 3) - Palle Perse: 16 (Servillo 5) - Cinque Falli: Villarini
 

Arbitri: Mignogna C., Martinelli M.

(in foto: Alexa Pobitzer)