Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Sabato 17 Agosto 2019 - stagione 2019/20


 

Il BCB da tempo aveva dimostrato grande interesse verso una giovane giocatrice della Nazionale Italiana U18 neo campionessa d’Europa.

La concorrenza ovviamente è stata molto elevata, i club che le hanno fatto una corte serrata sono stati più di uno, alcuni con l’offerta oltre all’innesto in prima squadra anche del campionato giovanile nazionale di U18.
A Bolzano lo si sa non ci sono squadre under che militano in un campionato nazionale, ma c’è un allenatore che può lavorare molto bene con le giovani disposte a non risparmiarsi per raggiungere livelli ancora più alti, indispensabili ovviamente costanza e impegno.

La società di appartenenza della ragazza è quella Costa Masnaga che oltre ad aver centrato il salto in A1 nella scorsa stagione, cresce oramai da anni la miglior gioventù del basket femminile italiano.

Il presidente di Costa, che dobbiamo assolutamente ringraziare, già aveva dato il suo benestare ad affidare una delle sue giovani promesse a Cico Sacchi, mancava unicamente la decisione finale della ragazza.

Prima di Ferragosto è arrivata anche quella; la ragazza ha ringraziato le altre società per averla cercata e ha confermato la scelta di vestire la maglia bianco-rossa del BCB.

Stiamo parlando di Meriem Nasraoui, nata a Cantù l’11 luglio 2002, ala/centro (185 cm), della Nazionale U18 che a luglio ha vinto i Campionati Europei e campionessa Europea 2018 anche con l’U16.

Cresciuta nel vivaio della sua società, dove in una sola stagione (2017/18) ha vinto due scudetti, quello U18 e U16. Lo scorso anno per la prima volta ha giocato fuori casa, approdando alla Bull Basket Latina in serie B e in contemporanea disputando l’U18 con l’Elite Roma Basket.

Ora sembra essere pronta per il salto in A2 che le permetterà di continuare ad alti livelli anche tra le senior.

 

Meriem benvenuta!

Alla tua giovane età essere per la seconda volta di seguito Campionessa d’Europa che effetto fa?

"Essere campionesse d'Europa per la seconda volta di fila fa un effetto strabiliante, sono due ori in due anni e non vedo l'ora di poter continuare questa striscia, insieme alle compagne".

Cosa consiglieresti alle tue coetanee e a quelle poco più giovani che iniziano a muovere i primi passi nei campionati giovanili?
"Consiglierei di non mollare mai di metterci cuore e testa in questo sport veramente fantastico. Allenatevi costantemente e raggiungerete tutti i vostri sogni".

"Per me e per tutta la società è motivo di orgoglio accogliere Meriem, ragazza capace di aver vinto oro under 16 lo scorso anno e oro under 18 quest’anno con la nazionale da protagonista - - aggiunge coach Sacchi -. Ringraziamo lei e la sua società per averci dato fiducia e per poter dimostrare di poter fare qualcosa di importante per un atleta dalle grandi potenzialità e di interesse nazionale.

È una giocatrice che nonostante la giovane età ci può dare tantissimo a livello di energia, di freschezza ed entusiasmo.

Sarà un passaggio fondamentale per la sua crescita e di conseguenza per la crescita di tutta la squadra.

Ho parlato molto con lei, ha tanta voglia di lavorare, di migliorare i suoi punti di forza, ma lavorare ancor di più su fondamentali dove ha un po’ più lacune.

Non vedo l’ora di vederla al PalaMazzali."