Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Domenica 9 Dicembre 2018 - stagione 2018/19


Itas Alperia Bolzano - Giants Basket Marghera 61 - 54 
(16-8, 28-27, 47-43, 61-54)

 

Dopo 2 partite abbordabili, ma perse contro 2 squadre che la inseguono in classifica, tra le mura amiche del PalaMazzali il BCB si è prontamente rifatto superando il Giants Marghera, fino a ieri sera appaiato a 10 punti.

Inizio thriller con l’ambulanza che non arriva, momenti febbrili che hanno rischiato di invalidare una partita che entrambe le squadre volevano giocarsi sul campo.
Di norma il sabato si gioca alle 20:30 e l’anticipo alle 18:00, nonostante fosse stato comunicato, probabilmente non è stato segnato e così telefonate su telefonate per riuscire a far arrivare l’ambulanza entro il tempo massimo concesso, ovvero 15 minuti dall'inizio previsto della partita. Finalmente alle 18:00 in punto l’ambulanza avvisa di essere davanti al Palazzetto, ma i dirigenti che sono fuori nel piazzale scoprono che i sanitari sono al PalaResia, quasi dall’altra parte della città. Altro panico, restano solo poco più di 15 minuti e in questi giorni di mercatini muoversi a Bolzano non è cosa facile nemmeno per l’ambulanza. Tutti in campo fermi ad attendere e il pubblico sugli spalti che non riesce a capire cosa stia accadendo. Le lancette corrono, ma finalmente si apre la sbarra e gli addetti della croce rossa entrano in gran corsa. Bene, sospiro di sollievo, ora gli ultimi 20 minuti di riscaldamento possono iniziare e la partita si giocherà, mentre la tensione accumulata resta a mille.

Dopo la scampata paura finalmente è palla a 2, con primo canestro di Marghera e il BCB che si porta immediatamente in pareggio. Da quel momento fino alla fine del primo quarto resta in vantaggio oscillando dal +3 al +5 per chiudere sul +8 (16-8).

Nel secondo quarto l’andamento non cambia, le padrone di casa controllano la partita restando sempre davanti senza scossoni, ma nemmeno senza riuscire a mettere quella distanza tra le due squadre che sembrava alla loro portata. Quando mancano 2 minuti il vantaggio è ancora sopra di 9 punti, ma da quel momento in poi segnano solo le ospiti, capaci così di recuperare praticamente tutto lo svantaggio e di andare negli spogliatoi sotto solo di 1 (28-27).

Bisogna iniziare tutto da capo e quando per più volte arrivi ad avere un vantaggio interessante e non riesci a strappare definitivamente, anzi ti fai riprendere, è sempre molto pericoloso, soprattutto per il morale.

Infatti nel terzo periodo il canestro iniziale è delle ospiti, che per la prima volta, dopo i primi due punti della partita passano avanti, fino al +4. Ci pensa però il trio della serata, Fall, Servillo e Mancabelli, a riportare avanti l’Itas Alperia, che per la seconda volta pare poter prendere il volo, ma non ci riesce (47-43).

Ultimi 10 minuti, il vantaggio delle bolzanine si assesta tra i 6 e gli 8 punti, qualcosa però negli ultimi 2 minuti si inceppa, mentre le veneziane ci provano ancora e grazie ad un canestro di Giulia Vanin e una tripla di Nicole Armari si riportano pericolosamente sotto. A -1:15 sono oramai a ridosso, staccate solo di un punto, ed è qui che arriva la proverbiale bomba di Daniela Servillo, quando manca meno di un giro di lancette. Poi sono solo falli sistematici, la partita è vinta, la gioia può esplodere e la dedica è tutta per Chiara Villarini che è stata operata da pochi giorni e che ci si augura di rivedere in campo al più presto.

Finalmente dopo due brutte sconfitte torna il sereno, con una vittoria che ad alcuni poteva sembrare scontata, ma non lo era affatto. Marghera ha delle ottime individualità che anche ieri sera hanno dato il loro meglio, ma si è trovata davanti un Basket Club che ha fatto nuovamente il suo dovere, trascinato in particolare da 3 giocatrici. Super prestazione di Sofy Fall (22 punti, 7 rimbalzi e 26 di valutazione Lega), che anche se l’allenatore Sandro Sinigaglia ha urlato più volte alle sue dalla panchina: “Fall fa da sempre le stesse cose”, possiamo dire che le fa veramente molto, molto bene. Una grintosissima Elisa Mancabelli (12 punti, 5 assist e 18 di valutazione Lega) e una ritrovata Daniela Servillo (12 punti, 8 rimbalzi e 16 di valutazione Lega). 
 

Finalmente soddisfatto coach Roberto “Cico” Sacchi : “Due punti importantissimi per la classifica, per il morale e per il futuro!
Dopo i brividi per l’ambulanza che non arrivava, siamo riusciti a partire subito forte limitandole in difesa e trovando buone soluzioni in attacco.
L'unico errore che per tre volte sul più otto non siamo mai riusciti ad allungare, anzi alla fine del primo tempo abbiamo subito il loro break. 
Abbiamo fatto fatica contro la loro zona anche all'inizio del terzo quarto tant'è che per la prima volta siamo andate sotto.
Lì però siamo state brave a reagire, a riprenderle e a fare un break decisivo!
E anche quando alla fine si sono avvicinate, siamo state lucide per chiudere la gara!
La dedica va sicuramente a Chiara. Un plauso, oltre alla super prestazione di Fall, va a tutte le ragazze, perché la vittoria è anche merito di tutto quello che proviamo a fare in settimana.
Speriamo adesso di poter recuperare tutte le indisponibili per cercare di lavorare bene in allenamento durante la settimana.”