Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Venerdì 29 Marzo 2019 - stagione 2018/19

All’andata fu il BCB a far fare i primi 2 punti della stagione al Fassi, che per qualche strano motivo ancora inspiegabile era fermo a zero. Da quel momento qualcosa è cambiato, si sono aggiunte giocatrici importanti e le bergamasche hanno chiuso il girone di andata con 8 punti.

Un buon roster già di base, nel quale spiccano i nomi noti di Bonvecchio gardesana ed ex giocatrice di coach Sacchi a Broni, Iannucci all’andata top scorer con 24 punti e ancora una volta miglior marcatrice del campionato. Il tutto da dicembre impreziosito dall’arrivo di un pezzo da 90 come Melisa Brcaninovic che viaggia con 19,7 punti di media a partita.

Si riprende quindi dopo il turno di pausa che ha permesso lo svolgimento delle Final Eight di Coppa Italia, dove le rappresentanti del nord si sono più che ben comportate; 3 squadre su 4 in semifinale e 2 su 2 in finale, con Crema (detentrice del titolo) vittoriosa su una coriacea Moncalieri.

Sentiamo quindi dalle parole di coach Roberto Sacchi cosa si aspetta da questa partita e come vede le avversarie.

“Abbiamo approfittato della pausa concessa dalle finali di Coppa Italia per ricaricare un po’ le pile, - anticipa Sacchi - visto lo sforzo fatto nelle ultime settimane ed ora ci si presenta l’ennesima prova per vedere se riusciamo a strappare questi due importanti punti.

Nel frattempo abbiamo anche cercato di smaltire la batosta del sabato prima, perché non si deve guardare indietro ma solo avanti, ora dobbiamo pensare ad Albino che è un’ottima squadra. Il campionato è diventato ancora più competitivo e l’abbiamo visto anche con Varese che nell’ultimo mese ha perso solo con noi, andando a vincere anche a Udine.

Albino ha una straniera che per l’A2 è illegale ed ora è rientrata anche Bonvecchio e con il roster al completo sono andate a vincere 14 giorni fa a Ponzano, altra squadra in netta crescita dopo un importantissimo innesto.

Le bergamasche hanno bisogno di punti, come peraltro anche noi, che dobbiamo quindi stringere i denti e cercare di fare il massimo, eliminando soprattutto i soliti erroracci e facendo attenzione ai dettagli che sono poi quelli che poi ti fanno vincere le partite.

La loro giocatrice più pericolosa è appunto Melisa Brcaninovic che fino a 2 mesi fa giocava in Eurocup, seguita da Ilaria Bonvecchio altra giocatrice super, senza dimenticare Federica Iannucci capocannoniere dell’A2 per il quinto anno di fila e Elisa Silva che la prima partita l’ha fatta proprio contro di noi all’andata.

Insomma è una squadra che non si capisce come possa essere a quel punto della classifica, anche se da quando ha inserito queste giocatrici ha risalito rapidamente la china. Sono capaci di qualsiasi risultato, noi giochiamo in casa e non dobbiamo guardare in faccia nessuno, provando a fare la nostra partita e per vincere nelle condizioni in cui siamo ora non dobbiamo commettere errori, mai, né al primo minuto né all’ultimo. Provandoci come abbiamo sempre fatto”.